Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘baruffe’

NADIA Il fatto che scriviamo insieme non significa che in altri contesti, per esempio FB, tu possa citare il mio nome assiduamente anche in situazioni di dubbio gusto e in commenti che nulla hanno a che vedere con l’attività della scrittura.
Inoltre gli interventi sul mio blog in mia difesa sono spesso eccessivi e talvolta fastidiosi.
Anche se comprendo e ricambio la tua stima e il tuo affetto credo che essendo maggiorenne posso cavarmela da sola. Tu ti imponi in ogni ambito: tale atteggiamento può comportare una reazione opposta a quella desiderata.
Io ho accettato la tua proposta di approdare su WordPress per rendere pubblici i miei racconti e non per divenire il fulcro di allusioni e attenzioni diverse da quelle puramente letterarie.

ALESSANDRA Con quei boccoli d’oro, con quegli occhi affascinanti e con le tue risposte carine e garbate, sei sicuramente in grado di rigirarti mezzo mondo. Non me, però, dato che ti conosco di persona e ho avuto modo di sperimentare la tua violenza (fortunatamente solo verbale). Eppure non appartieni al segno dei Pesci! Da sempre io vedo un blog come un luogo d’incontro, non necessariamente riservato a un botta e risposta fra blogger e lettore; se trovo un commento che non mi garba, lo faccio notare. Ti dà fastidio? Ok. Da oggi in avanti mi asterrò. Sappi solamente che in un paio di occasioni un tizio, che qui non intendo citare, venne ad attaccarmi a causa di ciò che avevo scritto. Io risposi pacatamente, ma furono i miei lettori a metterlo in fuga. Questo si chiama anche senso di appartenenza, e alla sottoscritta piace. Poi voglio ridere: affermare su FB che sono più forte di te a calcetto sarebbe di “dubbio gusto”?

NADIA Amica mia, tutto ti è concesso e dovuto, ma fino a un certo punto! Non quando i tuoi commenti contrastano con il mio modo di pensare, con la mia etica, il mio senso della critica. I tuoi post su FB che poi cancelli o alcuni dei tuoi interventi possono creare malintesi sulla mia persona o suscitare idee sbagliate in un pubblico ignaro della tua “fantasiosa personalità”. Il fatto che tu sia egocentrica ed estroversa senza limite alcuno non significa che anch’io lo sia in egual misura.
Per quanto mi reputi di mentalità aperta e disponibile allo scherzo fatico a comprendere certe situazioni (e mi riferisco ai commenti degeneranti del post su FB con il racconto della libraia) e già che ci siamo il fatto che mi abbia conosciuta nella vita reale non ti autorizza a rendere pubbliche location e frammenti della mia vita senza il mio permesso!

ALESSANDRA Dopo la tua telefonata – e risparmio agli amici lettori gli epiteti e gli insulti che mi hai rivolto – ho cancellato subito il post. Secondo me, era bello (e visto che sono “egocentrica senza limite alcuno”) mi permetto di dirlo. Certo, ricordava vagamente “Cose Preziose” di Stephen King, però l’idea dell’adorabile libraia che vende strani libri esoterici, plagiando così un intero paese per me era intrigante. Essendo su FB, sono poi intervenuti altri suggerimenti, che invero non c’entravano per niente con lo spunto da cui ero partita.
Ciò detto, amica mia, hai mai pensato al Tavor?

NADIA Anche se è esistito davvero qualche motivo di incomprensione, in realtà non c’è stato nessun litigio. Mi faccio carico di dichiarare che avete assistito a una puntata letteraria di “Scherzi a parte”, e che entrambe abbiamo pensato a uno “sketch” che potesse farvi incuriosire ma soprattutto divertire.

ALESSANDRA Boccoli d’oro, quando vieni a Cannes? Ostriche, moules avec frites, e offro io!  I dolci li paghi tu, però 😀

Annunci

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: